web agency torino

Pagine web AMP. Cosa sono e a chi servono.

Le pagine web AMP (Accelerated Mobile Pages) sono una soluzione efficace per chi mira a migliorare e velocizzare le prestazioni di navigazione dai dispositivi mobili. La tecnologia Google AMP consente, infatti, a chi naviga mediante l’utilizzo di smarthone o tablet, di accedere e caricare con più rapidità le pagine web costruite in formato AMP HTML. D’altronde, si sa, che al giorno d’oggi, bisogna sempre riuscire a offrire soluzioni ottimali a tutti gli utenti che accedono alla rete, senza distinzione tra modelli e schermi dei dispositivi mobili. In certi siti web l’implementazione tecnica può risultare difficile, in tal caso rivolgersi a una web agency è la migliore scelta possibile. Sul mercato sono molte le agenzie web o consulenti seo come che possono aiutarvi nell’implementazione, e se non sapete a chi rivolgervi, date un’occhiata a questo sito web .

L’obiettivo delle pagine AMP
L’obiettivo non è solo il caricamento istantaneo dei contenuti, ma anche lo sviluppo di un sistema che possa funzionare su più piattaforme, alleggerendo di gran lunga tutte le pagine di un sito web da file pesanti quali video, immagini, annunci pubblicitari e così via, che solitamente finiscono per essere il motivo principale dell’abbandono dell’esplorazione da parte dell’utente. Del resto a chi piace aspettare per interminabili minuti la risposta che si sta cercando?
Le pagine AMP rappresentano quindi un po’ la risposta di Google agli Instant Article di Facebook. Gli utenti digitando le loro query all’interno del motore di ricerca mobile, si ritroveranno in anteprima i contenuti richiesti all’interno della SERP in modo automatico e veloce.

Come implementare le pagine AMP e a chi sono rivolte
Tutti coloro che utilizzano da dispositivi mobili la ricerca di Google, non devono fare altro che digitare la propria interrogazione sul motore di ricerca per vedere, laddove sarà possibile, tutte le pagine AMP in risposta al proprio quesito. Per gli utenti in generale, dunque, il servizio è fruibile in ogni momento a patto che vi siano pagine AMP corrispondenti al contenuto desiderato.
Al contrario, gli editori o i possessori di un sito di informazione che vogliono adeguare a questo particolare formato i propri contenuti, hanno diverse opzioni per raggiungere tale finalità: creare delle pagine ad hoc, utilizzando tag specifici di HTML per AMP o scaricare e installare dei plugin. In quest’ultimo caso, per poter far ciò, occorre avere un sito che utilizza un CMS come, ad esempio, WordPress, e cercare il plugin che meglio soddisfa le proprie necessità per questo scopo.

Perché gli editori dovrebbero adeguarsi alle pagine AMP?
In un mondo sempre connesso e dove tutto è alla portata di un touch è indispensabile che gli editori si adeguino al formato AMP. Ciò non solo gli consentirà di velocizzare la fruizione dei loro contenuti da dispositivi mobili, ma di rendere anche i siti non responsive accessibili e consultabili da qualsiasi smartphone o tablet. Il che è davvero un grande vantaggio e sarebbe un vero peccato non sfruttarlo.

Autore dell'articolo: SP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *